Vacanze in Valdinievole, Pistoia, Lucca, Pisa, Firenze, Prato, Lunigiana, Garfagnana...


VALDINIEVOLE

:. DINTORNI FIRENZE    :. CHIANTI   :. VALDISIEVE   :. MUGELLO   :. GARFAGNANA   :. LUNIGIANA   :. VALDERA
:. VALDINIEVOLE   :. VALDELSA   :. VALDARNO   :. CASENTINO   :. VALTIBERINA   :. VALDICHIANA
:. COLLI SENESI   :. CRETE SENESI   :. VAL D'ORCIA   :. COLLINE METALLIFERE


PRESENTAZIONE
La Valdinièvole è uno dei distretti produttivi più vivaci dell'Italia centro settentrionale, con le manifatture di Monsummano Terme dove si confezionano scarpe e le serre di Pescia che forniscono fiori recisi e piante in vaso.

Ma in Valdinièvole, accanto al dinamismo delle tante imprese attive in settori diversi, si trovano moltissime occasioni di riposo e svago, dalla signorile Montecatini Terme al Parco di Pinocchio a Collodi, regno del gioco per i più piccini.

UN GIRO IN VALDINIEVOLE
MONSUMMANO TERME
Partendo da Pistoia in direzione di Montecatini Terme, con una breve deviazione si raggiunge Monsummano Terme, località dalla profonda vocazione termale che offre la possibilità di fare bagni di vapore all'interno di grotte naturali.

Il volto di Monsummano è stato segnato dal particolare stile del barocco toscano: il centro abitato infatti si sviluppò a partire dal Seicento attorno al Santuario di Santa Maria da Fontenuova, costruito per celebrare il miracolo dell'acqua pura che sgorgava in una zona acquitrinosa, malsana e infestata dalla malaria. All'interno del Santuario è custodito un Crocifisso in avorio attribuito al Giambologna, mentre sotto i loggiati esterni si ammirano quindici lunette di Giovanni di San Giovanni che illustrano i Miracoli della Madonna. Da vedere anche l'Osteria dei Pellegrini e la casa di Giuseppe Giusti dove sono stati raccolti scritti e testimonianze della vita del poeta. Una piacevole escursione è quella che porta a Monsummano Alto, affascinante insediamento medievale che conserva poche case, ruderi della rocca e delle mura e una graziosa pieve romanica. Splendido il panorama che da qui si gode sulla Valdinièvole.

MONTECATINI TERME
Montecatini Terme ha bisogno di poche presentazioni, essendo divenuta ormai celeberrima per la qualità dei suoi stabilimenti termali e l'atmosfera sofisticata che si respira per le vie fiancheggiate da negozi elegantissimi, nei saloni degli alberghi signorili, nei giardini aristocratici.
La cura e il benessere del corpo trovano a Montecatini la cornice ideale, data al paese nel Settecento per volontà del Granduca Leopoldo I che volle il rinnovamento degli antichi impianti di sfruttamento delle acque termali. Il volto attuale di Montecatini è comunque quello acquisito nel corso dell'Ottocento, quando si provvide ad armonizzare tutta l'urbanistica cittadina secondo i canoni del neoclassicismo. Il Fiore all'occhiello di Montecatini è il Parco delle Terme, un enorme giardino fiorito dove si trovano gli stabilimenti termali storici: l'Excelsior, che abbina edifici liberty a moderne costruzioni in cristallo decorate con vetri di Murano, le Terme Leopoldine e il Tettuccio, simbolo della signorile eleganza della cittadina, ricostruito con movenze rinascimentali agli inizi del Novecento. Una piacevole gita da Montecatini Terme conduce a Montecatini Alto, dove nel periodo di bella stagione si arriva anche con una panoramica funicolare. Il grazioso paese conserva i monumenti del Castello, conteso tra Firenze e Lucca nel Trecento e smantellato da Cosimo I alla metà del Cinquecento.

ALTOPASCIO
Altopascio è un centro industriale di origini romane situato all'estremo lembo della Valdinièvole, nelle vicinanze del Lago di Bientina, oggi prosciugato.

Conserva ancora i resti delle antiche mura nelle quali originariamente si aprivano quattro porte sulla Via Francigena. Delle tre porte che ancora oggi restano in piedi, la meglio conservata è quella detta dei Vettori, dominata da un monumentale portale del Cinquecento. Dalla porta dei Vettori, attraversando il castello, si raggiunge la porta dei Mariani. La porta Ospitalieri, sul lato ovest delle mura, era probabilmente riservata all'ingresso dei frati del Tau. Delle torri che proteggevano le mura, si conservano oggi quella di levante e quella quadrangolare in mattoni detta della Volta. In località Pozzeveri si visitano i resti dell'antica abbazia, molto rimaneggiata in tempi recenti. L'abbazia venne soppressa nel Quattrocento per volere di Gregorio XII, ma ancora oggi si conservano numerosi pozzi e la chiesetta romanica che risalgono ai tempi della fondazione degli ambienti monumentali. La chiesa parrocchiale di Altopascio nasconde ancora alcuni resti della chiesetta romanica di San Jacopo Maggiore, un autentico gioiello di architettura sacra del XII secolo, incorporato successivamente nella parrocchiale. Resta intatta la facciata policroma di stile lucchese e sulla destra dell'edificio si ammira la torre campanaria merlata, terminata nel 1280. Sulla sommità del campanile si trova la celebre campana nota con il nome La Smarrita, fusa nel 1327.

PESCIA
Pescia è la capitale della Valdinièvole ed unisce pregevoli monumenti del suo passato medievale ad una intensa attività produttiva, concentrata soprattutto sulla floricoltura.

Fra i monumenti più significativi di Pescia meritano una visita il bel Duomo barocco affiancato da un campanile del Trecento e la Biblioteca capitolare, dove si conserva anche una bella statuetta di scuola robbiana. Da vedere anche l'Oratorio di Sant'Antonio Abate, risalente al XII secolo e rimaneggiato nel secolo successivo, e la chiesa di San Francesco, ricostruita nel Seicento sulle originarie forme gotiche. Al suo interno si ammira la pala di Bonaventura Berlinghieri raffigurante San Francesco e le storie della sua vita. Sulla riva destra del torrente Pescia si trova la lunga piazza Mazzini, chiusa fra il trecentesco Palazzo dei Vicari e la Chiesa della Madonna di Pie' di Piazza, con la facciata in stile brunelleschiano. Percorrendo le silenziose stradine a monte della piazza, si raggiunge piazza Santo Stefano dove si trova il Museo Civico Carlo Magnani, ospitato in un bel palazzo del Settecento: vi si conservano arazzi, sculture e pitture di scuola toscana dal Trecento al Cinquecento. Merita una visita anche la Gipsoteca dello scultore Libero Andreotti, allestita nei locali del Palazzo del Podestà. Poco distante da Pescia, a Pietrabuona, si trova l'originale Museo della Carta allestito con finalità didattiche per illustrare la produzione che ha garantito prosperità a Pescia prima del boom della floricoltura.
I più piccini non possono davvero mancare una gita al delizioso Parco di Pinocchio a Collodi, antico borgo dove trascorse l'infanzia Carlo Lorenzini, autore del mitico libro delle Avventure di Pinocchio che scelse proprio il nome della località d'origine come pseudonimo. Il preludio al Parco è costituito dalla splendida Villa Garzoni, costruita in stile barocco tra il 1633 e il 1662, ed impreziosita da uno scenografico giardino all'italiana ritenuto fra i più belli d'Italia. Poi si costeggia l'Osteria del Gambero Rosso, costruita dall'architetto Giovanni Michelucci e straordinariamente rispondente alla suggestione che Collodi crea quando la descrive nelle Avventure di Pinocchio. Simbolo del Parco è la statua di Pinocchio con la Fata, realizzata da Emilio Greco per illustrare la trasformazione di Pinocchio che da burattino diventa bambino. L'area di maggiore interesse per i piccoli visitatori è naturalmente quella del Paese dei Balocchi, dove si raccolgono i monumenti - gioco che permettono loro di vivere davvero la storia di Pinocchio, entrando nella pancia della balena, aggirandosi nel Labirinto o nella grotta dei Pirati. A conclusione del percorso dedicato alle Avventure di Pinocchio si trova il Laboratorio delle Parole e delle Figure, uno spazio espositivo riservato agli illustratori e agli autori di storie per l'infanzia ideato da Giovanni Michelucci.


PORTALE TOSCANA
CONSIGLIA












utente
password
 


Firenze, Siena, Lucca, Prato, Pistoia, Pisa, Arezzo, Livorno, Grosseto, Massa Carrara
Viareggio, Golfo di Baratti e Argentario
Arcipelago Toscano
Chianti, Campagna Senese,Val d'Orcia
Abetone, Amiata, Apuane, Pratomagno





HOME   |   LINKS   |   UTILITA’   |   CHI SIAMO   |   SUGGERIMENTI   |   AGGIUNGI AI PREFERITI   |   METEO   |   PRIVACY & POLICY

Decliniamo ogni responsabilità, per le strutture presenti se non in regola con le leggi vigenti in materia o non risultanti come descritte.
E' vietata la riproduzione anche parziale - Portale Colline Toscane non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.

Soggiorni in Toscana Bed & Breakfast Directory